Stenella

La stenella striata (Stenella coeruleoalba) è una specie di delfino molto diffusa alle Eolie. Abita il mare aperto ed è riconoscibile per la sua livrea a striscie bianche e nere. Conosciuta, soprattutto, per la sua tendenza ad avvicinarsi alle imbarcazioni per sfruttarne la spinta (bowriding) o "surfare" tra le onde lasciate da essa (wakeriding) o per i grandi balzi fuori dall'acqua eseguiti, durante le sessioni di socializzazione o di foraggiamento.

Tra le principali minacce per la stenella striata ci sono principalmente le catture accidentali (bycatch) nelle reti derivanti per la pesca del pesce spada, aggravate soprattutto nel sud Italia dall’uso illegale di questo attrezzo da pesca ormai bandito dalla UE dal 1992. Altri fattori come l'inquinamento, malattie epidemiche e l'aumento del turismo nella stagione estiva e nelle aree che mostrano particolari caratteristiche geomorfologiche marine, possono contribuire sia al decremento delle popolazioni di alcune specie che a modificazioni a breve e lungo termine nel comportamento riproduttivo, alimentare e nelle attività di socializzazione (Notabartolo di Sciara e Bearzi, 2002; Reeves et al., 2001). Sono state caratterizzate le aree a maggiore densità per questa specie e le caratteristiche topografiche dell’habitat ottimali per la presenza delle specie.

Per il resto, poco altro si conosce di questa specie di delfino, poiché vive in grandi gruppi da 20-30 individui. Sono molto veloci e difficilmente prevedibili, rendendo il lavoro di fotoidentificazione molto complesso per i biologi.

Nonostante le difficoltà, Filicudi Wildlife Conservation ha stilato un catalogo di stenelle sulla base delle foto effettuate dal 2009 ad oggi, il quale ha aperto una nuova frontiera sullo studio dei Cetacei. Sono in corso studi per comprenderne la dinamica di popolazione.